Leggendo questo articolo imparerai come trasformare la tua sessione di Carpfishing in una pesca da campioni, usando le 6 canne da Carpfishing che sto per consigliarti. In più, ti parlerò di uno speciale strumento segreto che troverai solo alla fine di questo mio post.

Massime prestazioni. Cosa ti fanno venire in mente queste parole? Sono certo che pensi a una bella auto scattante, con un’accelerazione formidabile e un motore potente. Insomma, un giaguaro che macina chilometri sull’asfalto come se scivolasse sul velluto. E tu alla guida di un gioiello della meccanica.

Se invece ti chiedo cosa ti viene in mente quando ti dico “carpfishing dalle massime prestazioni”, a cosa pensi? Osservati mentre sei al lago e troverai la risposta: una superba canna da Carpfishing!

Scommetto che sai già quanto è difficile per noi carpisti prendere delle belle carpe Big senza gli strumenti adatti, e soprattutto senza una serie di canne resistenti ma allo stesso tempo maneggevoli. Perché di questo si tratta, anche se non tutti lo vogliono capire: una canna da Carpfishing eccellente è quella che ti fa sentire un carpfisher professionista anche se la tua tecnica di pesca non è ancora perfetta.

Non te lo nego, no. Passerei per un bugiardo se ti dicessi che non mi è mai capitato di spezzare una canna mentre ero sul più bello. E sai come ci si sente quando sei lì con il filo che tira, la tua adrenalina a mille, la certezza di aver preso all’amo un magnifico esemplare di carpa e veder svanire tutto perché la tua canna ha fatto crac?

Te lo dico io come ci si sente: furiosi, delusi e anche un po’ principianti!
Ma il tempo cura tutte le ferite, lo sai, e soprattutto ti insegna a non sbagliare più. Ti insegna l’esperienza, che per noi carpisti è fondamentale. Sia nella scelta della canna migliore, sia nell’escogitare sistemi infallibili che ti aiutano a pescare carpe enormi (ma di questo ti parlo alla fine, se hai la pazienza di seguirmi).

Ma sei alla ricerca di ottime canne, giusto? Allora eccoti i miei consigli.
Sono sicuro che già conosci la Sportex, la Century e la Daiwa, perché sono tre marche che producono canne per Carpfishing di altissima qualità. Ora ti parlo dei mie modelli preferiti e ti consiglio di provarli, se vuoi delle massime prestazioni di pesca.

Canne Sportex

Casa tedesca, neanche a dirlo. Solidità, resistenza e affidabilità garantite, secondo me. Io uso:

  • Versione  FBC, da vent’anni in commercio e qualcosa vorrà dire. È un’ottima canna da azione, ti permette una presa sicura ma dinamica e ti ci diverti in tutte quelle situazioni di pesca non estrema.

 

  • Versione  BRILLANT, fatta in carbonio quindi molto resistente ma leggera.

Le trovi in commercio con prezzi che variano dai 300 ai 500 €.

Canne Century

  • Versione  ADV ONE: te la consiglio per una pesca medio-estrema a 360° e per le sessioni da lancio su medie e lunghe distanze. L’impugnatura è robusta e le sue prestazioni sono a dir poco perfette. Poi la Century è la marca più amata da noi carpisti, quindi sceglila senza farti venire dubbi.

 

  • Versione  FMA: arriva fino a 200 metri, quindi è il top per le distanze lunghe. Poi, visto che è l’evoluzione della FMJ, un po’ rigida per la fase di combattimento, diventa perfetta per le lunghe distanze e anche per la tua battaglia con le carpe.

Le trovi sul mercato con prezzi che vanno dai 400 ai 600 €, ma valgono fino in fondo la spesa e durano una vita.

Canne Daiwa

  • Versione Infinity PT: io uso questa versione, ma la Infinity in generale è apprezzata da tutti i carpisti. C’è un po’ di discordia su chi la ritiene di punta, quindi rigida, e chi invece la trova morbida e molto resistente. Come al solito, il mio consiglio è sempre quello di provare una canna personalmente, perché la tenuta e la performance sono molto individuali.

 

  • Versione X45: ecco, questa per me è una canna che non teme nulla e che non si ferma davanti a nessun ostacolo. Fa il suo bel lavoro anche nei lanci potenti e nelle fughe delle carpe da contrastare con molta forza. Una bella bestia in carbonio che colloco ai primi posti delle canne da Carpfishing.

I prezzi, nel loro caso, variano dai 500 ai 700 €.

Lo strumento segreto che fa la differenza nel Carpfishing

Veniamo invece allo strumento segreto di cui ti accennavo all’inizio. Ma prima devo raccontarti una storia. Sarò breve, te lo assicuro, tu però non perderti una virgola perché sto per rivelarti come sono riuscito a escogitare

un sistema che mi ha fatto aumentare di molto il numero di carpe pescate.

Prova solo a pensare cosa significa per un carpista. Significa soddisfazione, divertimento, quel pizzico di orgoglio che non guasta mai in una competizione di Carpfishing e la gioia di prendere una carpa enorme da poter esibire come il più bel trofeo!

Facciamo un salto indietro a tre anni fa. Mi ero messo in testa di preparare da solo delle Boiles per la pasturazione. E tu mi capirai, perché da carpista sai bene che questa passione non è solo prendere all’amo un pesce, ma vero e proprio amore per le carpe. Un amore che ti spinge a curarle, prima ancora di farle abboccare. Quindi mi ero convinto che il modo migliore per attrarle all’amo, nutrendole bene, fosse preparare in casa le esche per il Carpfishing.

Nel tempo ho affinato i miei mix, scegliendo ottimi ingredienti – ah, se cerchi delle ricette per Boiles fatte in casa eccotene due garantite – e impastandoli a dovere. E mi sono cimentato in lunghe sessioni di cottura che, a pensarci oggi, sono state un vero inferno.

Usavo la bollitura, ovviamente, e casa mia era diventata un campo di battaglia: pentole, bruciatori, cestini sparsi ovunque e un casino che non sto a dirti.
In realtà le carpe abboccavano, ma non ero al top della soddisfazione. Finché un giorno un amico mi ha consigliato la cottura a vapore, dicendomi che avrei preparato Boiles dall’aroma imbattibile e che avrei smesso di maneggiare con pentoloni pieni di acqua bollente e pericolosi.

Detto fatto! Mi sono attrezzato e davvero, lo ammetto: il mio amico aveva ragione. La qualità delle Boiles era fenomenale, il loro aroma attirava le carpe come il ferro una calamita e io ero diventato un carpista felicissimo. Questo perché con la bollitura tutti i nutrienti e l’aroma delle Boiles si scioglievano come neve al sole, mentre con la cottura al vapore restavano intatti, mantenendo gustose e profumate le mie esche.

Solo che le cuocevo in piccoli cestelli appoggiati su pentole dalla scarsa capacità, quindi ci impiegavo una vita a farle cuocere bene. Ed ero sempre e comunque alle prese con i fornelli e il gas.
Finché un giorno mi sono inventato DragonBoiles! E cos’è DragonBoiles? – mi chiederai.

È la prima vaporiera elettrica per cuocere Boiles e tutti i tipi di esche per Carpfishing, comprese le Granaglie e le Tiger Nut. Bella scoperta, mi dirai!
Ma DragonBoiles  non è solo una vaporiera: è un vero e proprio banco di lavoro che uso per preparare le Boiles, cuocerle e metterle ad asciugare grazie a una serie di griglie che lascio nel carrello o, se ne ho voglia, sul muro. Così l’aria può passare meglio e l’asciugatura riesce perfetta.

Da allora ho svoltato, perché le mie massime prestazioni nella pesca alle carpe le devo non sono alle mie fidate canne, ma anche alla mia DragonBoiles!

Come vedi, avevo un problema ma non mi sono arreso. Volevo delle ottime Boiles da dare alle carpe e le ho ottenute. Puntavo alle massime prestazioni e le ho raggiunte. Tutto questo grazie a un po’ di intuito e a tanta passione per il nostro fantastico sport.

SUBITO PER TE 7 SEMPLICI RICETTE BOILES

Se desideri preparare esche fatte in casa seguendo ricette con cui ottenere boiles catturanti, scarica GRATIS la guida con le 7 semplici Ricette per Boiles self made che soddisfano diverse stagioni, abitudini e luoghi di pesca. In questa GUIDA GRATUITA trovi 7 ricette per boiles self made ideate e sempre più perfezionate nel tempo dall’esperta carpfisher Jessica Zerbini. 

Scarica Gratuitamente la tua guida adesso:

COMPILA IL FORM CHE TROVI QUI SOTTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend