Se sei un carpista esperto sicuramente conosci già la storia del Carpfishing, ma se hai iniziato da poco questo sport che ha migliaia di appassionati ovunque, allora ti farà piacere saperne di più su come è nato.

E ti farà ancora più piacere conoscere una serie di termini inglesi che fanno parte del vocabolario di ogni Carpfisher.

In più, sono certo che ti farà piacere scoprire uno dei segreti che ti permetterà di pescare carpe straordinarie, grazie alla potenza aromatica delle Boiles fatte in casa e cotte con uno strumento innovativo, che nessuno fino ad oggi ti ha presentato.

Lo troverai alla fine di questo articolo, insieme a un regalo molto speciale per te!

Sir Richard Walker e l’inizio del Carpfishing

Se oggi sono un carpista sfegatato lo devo sicuramente a Sir Richard Walker, che tutti noi consideriamo il padre del Carpfishing. Ed è grazie a lui se il nostro sport è amatissimo in Inghilterra, da cui poi lo abbiamo importato.

Tutto, infatti, ebbe inizio con la cattura di Clarissa, una carpa di quasi 20 kg che Walker prese sul Redmine Pool, fissando un record di pesca che è durato per ben 30 anni. 30 anni durante i quali nessuno riuscì a fare meglio del leggendario Walker, che ha anche inventato Heron, il segnalatore acustico di abboccata, alcuni rig e la sua Mark IV, la prima canna da Carpfishing che la storia ricorda, fatta di bambù intrecciato che lui sottopose anche a dei test di curvatura per provarne la morbidezza.

E l’Inghilterra è anche la patria di Kevin Maddocks e Lennie Middleton, i padri dell’hair rig, il primo amo scoperto che il Carpfishing ricordi.

Insomma, noi carpisti dobbiamo molto agli inglesi se possiamo vantarci di far parte di un vero e proprio movimento che, oltre ad essere uno sport, è una filosofia di vita che rispetta la natura e ci fa amare così tanto le carpe.

È perché nasce in Inghilterra, quindi, che molti dei termini che usiamo normalmente sono inglesi, e in questo articolo voglio riportarti alcune delle parole più usate nella nostra disciplina sportiva.

Ecco i principali termini inglesi usati dai Carpfisher

Back Lead. È un piombo tendifilo e ti serve quando vuoi far affondare alla perfezione la tua lenza.

Baiting needle. Si chiama così l’ago che ti serve per innescare le tue esche sul rig.

Bedchair. È un lettino che usiamo noi carpisti quando vogliamo riposare durante le sessioni lunghe di Carpfishing.

Bite Indicator. È un segnalatore acustico che ti avvisa che la carpa sta mangiando o che ha abboccato. Esistono anche quelli visivi chiamati Swinger.

Boile Drill. Si tratta di un piccolo trapano che anche io uso quando voglio forare le Boiles per introdurre al loro interno della schiuma sintetica e farle diventare Pop Up, cioè esche galleggianti.

Boiles. Sono le esche più diffuse per Carpfishing, che trovi nei negozi o che puoi (anzi, sarebbe meglio) preparare da te in casa.

Hook. È l’amo, che in commercio trovi corto, medio, lungo e con punte diverse, così come di pesi e curvature differenti.

Lead. È il piombo da inserire nel terminale di pesca ed è detto anche Bomb.

Mat. Questo è uno strumento fondamentale, perché è il materassino per slamatura, dove appoggi la carpa appena pescata e la liberi dall’amo prima di farle la foto e rimetterla in acqua.

Mix. È la miscela di farine e di altri ingredienti che ti servono per produrre le Boiles fatte in casa.

Particles. Sono esche vegetali preparate con cereali, legumi e semi.

Rig. È la montatura, l’innesco dell’esca.

Rod Pod. Rod è la canna per Carpfishing e il Rod Pod è il cavalletto porta canne, utilissimo nelle tue sessioni di Carpfishing brevi o lunghe.

Sling. È la borsa dove metti la carpa una volta che l’hai catturata per pesarla.

Questi sono solo i termini basic che noi carpisti usiamo, ma ce ne sono moltissimi altri che poi imparerai con l’esperienza e anche grazie al confronto con i tuoi compagni di pesca. Ma per iniziare a prendere confidenza con alcuni strumenti che, vedrai, diventeranno indispensabili se vuoi pescare fare Carpfishing come dio comanda, puoi cominciare a memorizzare almeno questi qui.

Ma aspetta, ne ho dimenticato uno… il Baitmaker! Sto parlando della tavola per rullare le Boiles hand made, che all’inizio ho usato anch’io, quando ancora non ci avevo preso la mano. Poi mi sono talmente specializzato che ora ne faccio tranquillamente a meno, anche se mi rendo conto che può essere una comodità per molti carpisti quasi alle prime armi, soprattutto per questa che credo sia una delle attività più divertenti del nostro sport, cioè prepararsi da soli le esche a casa.

Ecco le uniche Boiles che ti conviene usare davvero

E a proposito di Baitmaker e di Boiles hand made, avrai certamente sentito dire che per una cattura quasi sicura delle carpe l’esca migliore è quella che riesce ad attirarle con un aroma intenso e persistente (fermo restando che per scegliere l’esca “perfetta” devi considerare comunque un’ampia serie di fattori, come la stagione in cui peschi, il tipo di spot, la profondità e le caratteristiche del fondale, se peschi in acque ferme o correnti, e così via).

Ma come fai ad ottenere delle Boiles davvero attrattive?

C’è un sistema capace di mantenere intatto il loro profumo che richiama le carpe come un magnete irresistibile?

Certo che c’è, ed è un sistema che forse hai già usato in cucina per preparare alcuni tuoi piatti: la cottura a vapore.

Se hai mai cucinato a vapore alcuni tuoi alimenti, sai certamente che il loro sapore naturale si mantiene inalterato e così il loro aroma, insieme al loro potere nutrizionale. E questo accade perché non vengono bolliti in acqua, dove tutte le loro caratteristiche migliori vengono diluite, fino a perdersi.

Lo stesso avviene per le Boiles cotte a vapore.

Insomma, ti sto dicendo di prepararti in casa, personalmente, le tue esche per Carpfishing. In più, ti sto vivamente consigliando di cuocerle NON con la bollitura, ma usando il vapore.

Perché lo dico a te, che magari hai cominciato da poco a praticare il Carpfishing? Hai ragione, so a cosa stai pensando: al fatto che sarebbe meglio fare pratica usando Boiles già pronte che trovi in molti negozi di articoli per la pesca alle carpe.

Ma sei sicuro di voler aspettare di diventare un vero esperto, prima di metterti all’opera con uno dei momenti più gratificanti del nostro sport? Prepararsi da soli il proprio mix, impastare gli ingredienti, dare forma alle nostre Boiles, cuocerle e asciugarle non puoi immaginare quale soddisfazione ti dà.

E non puoi immaginare l’adrenalina che ti sale quando catturi una carpa con le esche che ti sei preparato da solo. Quello è il momento in cui senti di aver vinto una sfida e la carica che ti arriva ti dà tutta l’energia per continuare con maggiore entusiasmo!

È quello che è sempre successo anche a me, sai? E la stessa soddisfazione la provo ogni volta che uso la mia DragonBoiles per cuocere tutte le mie esche per il Carpfishing. Ed è la stessa soddisfazione che ho provato quando molti carpisti che l’hanno usata mi hanno detto di aver ottenuto dei risultati inimmaginabili fino a quel momento.

Perché non devi provare anche tu la nostra stessa soddisfazione? Sarebbe un vero peccato se tu non ti dessi questa possibilità, non trovi?

Ma ti capisco… forse hai bisogno di conoscere meglio cosa fa questo strumento innovativo e rivoluzionario, che nessuno prima di DragonBoiles aveva ideato e messo sul mercato dell’attrezzatura da Carpfishing (e che molti carpisti come noi stanno già utilizzando).

Hai ragione, la tua esigenza è legittima.

Per conoscere meglio DragonBoiles, la prima vaporiera elettrica per Carpfishing creata da un carpista per tutti i carpisti come te, guarda il video: ti accorgerai subito di quanto è compatta, pratica, funzionale e comoda.

 

SUBITO PER TE 7 SEMPLICI RICETTE BOILES

Se desideri preparare esche fatte in casa seguendo ricette con cui ottenere boiles catturanti, scarica GRATIS la guida con le 7 semplici Ricette per Boiles self made che soddisfano diverse stagioni, abitudini e luoghi di pesca. In questa GUIDA GRATUITA trovi 7 ricette per boiles self made ideate e sempre più perfezionate nel tempo dall’esperta carpfisher Jessica Zerbini. 

Scarica Gratuitamente la tua guida adesso:

COMPILA IL FORM CHE TROVI QUI SOTTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend