L’inverno è alle porte, almeno sul calendario, ma in alcune zone d’Italia le temperature sono già rigide da un po’ e questo, per noi Carpfisher, significa che dobbiamo cambiare le nostre abitudini di pesca.

Non solo ci dobbiamo adeguare al comportamento delle carpe, che in inverno vanno meno alla ricerca di cibo, rendendoci le loro catture più complicate che in estate, ma dobbiamo soprattutto avere un equipaggiamento adeguato per poter passare molte ore all’aperto, con temperature spesso molto basse e in tanti casi sotto la pioggia.

Dopo averti parlato dell’abbigliamento estivo per Carpfishing, che ne dici se ti do qualche dritta su come possiamo vestirci in inverno, per goderci appieno le nostre sessioni senza gelarci e senza dover abbandonare lo spot, perché non abbiamo l’abbigliamento giusto?

Ti darò alcuni consigli, distinguendo fra abbigliamento economico e quello costoso, perché non tutti i carpisti hanno le stesse possibilità di spesa. Ma non avere troppi soldi da investire non è un limite nel nostro sport: basta scegliere un abbigliamento che abbia un giusto rapporto qualità/prezzo e possiamo andare a caccia delle nostre carpe senza problemi.

Innanzitutto, tieni presente che per un guardaroba invernale da Carpfishing non possono mancare:

  • Felpe e pantaloni termici
  • Giacche e giubbotti antipioggia e antivento
  • Cappello
  • Guanti
  • Calzerotti
  • Scarponcini o stivali.

Abbigliamento invernale a basso costo per Carpfishing

Fra noi Carpfisher c’è chi sta iniziando e non vuole ancora investire molte risorse e chi vuole coltivare la passione per le carpe, ma deve affrontare altre spese e non può permettersi grossi costi per la pesca.

Non è un problema, assolutamente, perché in commercio ci sono buoni prodotti a basso costo, e se sei fra i carpisti che non possono spendere tanto, puoi tranquillamente affidarti a questi.

Per le felpe un buon compromesso lo trovi con i prodotti a marchio Quechua o Tribord. Si va da un minimo di 15 euro per una felpa di pile leggero a collo alto, che ti protegge con temperature fra i 7° e i 10°, per salire a quelle da 30 euro, aderenti e con cappuccio, fino alle felpe da 55 euro e oltre ma di pile imbottito e con cappuccio.

Per i pantaloni ti consiglio i Caperlan. Con 60 euro prendi un buon paio di pantaloni impermeabili, con rinforzi su glutei e ginocchia, che sono ottimi per quando piove.

In alternativa, per 40 euro online trovi buoni pantaloni in velluto felpato, non adatti in caso di pioggia, ma che fanno comunque il loro dovere.

Giacche e giubbotti antipioggia e antivento sono fondamentali in inverno, perché ti proteggono bene e ti aiutano a mantenere la temperatura corporea lasciandoti traspirare, se fatti con qualità.

Per esempio, di Greys puoi trovare online e scontata la Strata All Weather Jacket a 85 euro anziché 170 euro. È fatta di due strati, quello esterno impermeabile e traspirante e quello interno che ti isola dal freddo, in più ti protegge dalla pioggia perché impermeabile ed è molto versatile.

Il cappello non deve mancarti, soprattutto se usi felpe senza cappuccio e se peschi in giornate piovose o molto ventose. Ne trovi di pile, di lana e di tantissime forme, con prezzi che vanno dagli 11 euro ai 30. Devi solo scegliere quello che fa per te.

Per i guanti, io ti consiglio quelli senza dita, ma è un mio parere personale, perché anche in inverno preferisco avere le dita libere per manovrare meglio le canne. Ne trovi in neoprene anche da 14 euro a salire.

I calzerotti per me sono molto importanti, perché ti tengono i piedi al caldo proteggendoli dall’umidità. Ti consiglio quelli in cotone, perché pur essendo isolanti sono di fibra naturale. Ne trovi su internet intorno ai 10-15 euro.

Scarponcini o stivali? Be’, è sempre una scelta personale e dipende dalle tue esigenze di pesca e di comodità. Per gli scarponcini un buon prodotto a basso costo sono i Sensas brodequin waterproof: comodi, impermeabili e leggeri, hanno la suola scolpita, così ti mantiene fermo su ogni superficie, e l’interno foderato. Li trovi a 80 euro circa, anche scontati del 50%.

Per gli stivali ti consiglio di spendere qualcosa in più e di scegliere un modello come gli StarBaits Dri-Tec Boot: impermeabili, hanno la suola di spessore maggiore del solito così ti isola meglio e la fodera interna lavabile. Sono in vendita a 85 euro circa.

Abbigliamento invernale costoso per Carpfishing

Nel caso dell’abbigliamento da Carpfishing invernale dai costi più alti, hai solo l’imbarazzo della scelta.

Voglio farti degli esempi di marche dalle prestazioni davvero incredibili, ma puoi fare una ricerca online per scoprire da solo, in base alle tue esigenze e alla tue possibilità di spesa, articoli davvero al top per il Carpfishing.

Prendi, per esempio, i Parcours Prestige Aigle per gli stivali: sono uno dei migliori boot in gomma in circolazione, foderati all’interno in cuoio e con cerniera laterale. Costano a prezzo pieno 250 euro, ma non ti sembrerà di avere ai piedi un paio di stivali di gomma.

Per giacche e pantaloni di qualità davvero eccezionale, la Geoff Anderson è una marca sicuramente superiore. Una sua giacca Wakashazi costa anche 400 euro, ma sia per i materiali che per i dettagli noti subito la differenza dalle altre in commercio.

Altro brand che non delude mai, né per l’attrezzatura che per l’abbigliamento, è Shimano. La sua salopette Marine Dry Shield è fatta per la pesca in mare, quindi è resistentissima, ma puoi usarla anche per il Carpfishing proprio perché impermeabile al massimo e molto confortevole, grazie a bretelle, zip e vari rinforzi. Il prezzo? Intorno ai 190 euro senza sconto.

Carpfishing invernale. Non solo abbigliamento, ma anche Boiles

In inverno un Carpfisher non deve pensare solo a sé stesso, ma anche (e soprattutto) alle carpe, se vuole tante catture e se vuole prendersene cura come il Carpfishing richiede.

Ecco perché se vuoi essere davvero preparato alla stagione più rigida dell’anno, non puoi andare a pesca senza portarti una buona scorta di Boiles digeribili e leggere, visto che in questo periodo le carpe cambiano le loro abitudini alimentari e il loro metabolismo rallenta a causa del freddo.

Ma Boiles digeribili e leggere non vuol dire che queste esche non debbano essere aromatiche, anzi. È proprio in inverno che il loro potere attrattivo deve mantenersi intatto per poter essere subito “fiutato” dalle nostre ciprinidi.

E sai qual è il sistema per disperdere l’aroma delle tue Boiles, se sei un amante di quelle hand made? Usare la bollitura!

Sono anni ormai che ho abbandonato questo sistema di cottura delle Boiles fatte in casa e l’ho sostituito con la cottura a vapore, che è sana, comoda ed efficace.

Soprattutto per le Boiles invernali mi dà il massimo della soddisfazione, perché riesco a cuocere delle palline aromatiche, leggere e nello stesso tempo nutrienti. Il vapore, infatti, trattiene tutte le sostanze di cui hanno bisogno le carpe in questo periodo, preservandone la digeribilità delle esche.

Hai mai provato a cuocere a vapore le tue Boiles invernali? Io ti consiglio di farlo e di verificare come reagiscono le carpe quando usi le tue hand made bollite e quando invece metti al terminale palline cotte a vapore.

Per me c’è una differenza abissale e ne ho fatti di esperimenti, credimi. Ormai ho smesso di fare prove e test e mi affido solo a DragonBoiles, la prima vaporiera elettrica professionale per Carpfishing con cui anche tu come me puoi:

  • Aumentare il numero di carpe pescate grazie all’aroma irresistibile delle tue Boiles cotte a vapore
  • Preparare 1,5 kg di boiles in un unico cassetto
  • Asciugare perfettamente le tue Boiles e tenere sempre in ordine i tuoi spazi
  • Preparare tutti i tipi di esca che ti servono
  • Azzerare definitivamente i rischi di ustioni e di incendi.

 

DragonBoiles colma un vuoto nell’attrezzatura professionale per Carpfishing che nessuno ha riempito finora, perché non è solo una vaporiera. È un vero e proprio banco da lavoro con carrello e cassettiera, che diventa rastrelliera da fissare al muro per un’asciugatura migliore delle tue Boiles.

In più, ti permette di rabboccare l’acqua durante la cottura, senza dover aspettare che torni a bollire e senza fermare la cottura stessa.

SUBITO PER TE 7 SEMPLICI RICETTE BOILES

Se desideri preparare esche fatte in casa seguendo ricette con cui ottenere boiles catturanti, scarica GRATIS la guida con le 7 semplici Ricette per Boiles self made che soddisfano diverse stagioni, abitudini e luoghi di pesca. In questa GUIDA GRATUITA trovi 7 ricette per boiles self made ideate e sempre più perfezionate nel tempo dall’esperta carpfisher Jessica Zerbini. 

Scarica Gratuitamente la tua guida adesso:

COMPILA IL FORM CHE TROVI QUI SOTTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend