Ti capita mai di non avere troppo tempo da dedicare alla tua irrefrenabile passione per il Carpfishing? A me spesso e non credo che siamo gli unici a doverci dividere fra lavoro, famiglia, scocciature quotidiane e imprevisti che si mettono fra noi e il nostro hobby.

Ma ci sono momenti in cui non puoi proprio fare a meno di una sessione di Carpfishing e così usi le poche ore a disposizione per non perderti una cattura a tempo di record.

Insomma, quando non vuoi proprio rinunciare al tuo meritato relax al lago o al fiume, o quando hai bisogno di rifugiarti nel verde della natura più pacifica per staccare dallo stress di tutti i giorni, una sessione veloce di Carpfishing è la medicina migliore.

Solo che una battuta di pesca di appena 4 o 5 ore ti richiede più attenzione di quella da qualche giorno e può capitarti di sbagliare strategia, fino a lasciare i tuoi ami a bocca asciutta. E te con un’amara delusione in saccoccia.

A me è capitato di dover riaggiustare il tiro dopo sessioni veloci abbastanza fallimentari, ma alla fine la pratica mi ha insegnato a non commettere più i 5 errori che consiglio anche a te di evitare.

È ovvio, ogni carpista ha i suoi sistemi collaudati di pesca alle carpe, il suo metodo preferito di pasturazione o la sua attrezzatura da carpfisher imbattibile. Ma credo che i 5 punti che stai per leggere ti eviteranno un po’ di scocciature, quindi vai con la lettura e fidati di me!

Sessione veloce di Carpfishing in spot bassi e ventilati in inverno

Se ti capita di andare a pesca durante la rigida stagione invernale, non commettere l’errore di scegliere spot bassi in zone ventilate. E dovrebbe esserti chiaro il perché, visto che con il freddo la temperatura dell’acqua scende e le nostre panciute carpe latitano. Meglio fiumi e laghi più profondi, quindi. Perché l’acqua meno superficiale è più mite ed è lì che le carpe vanno a cercarsi il pranzo e la cena.

Usare Boiles con mix molto grassi (sempre in inverno)

Sei pronto per la tua sessione fast di Carpfishing, hai portato con te tutta la tua attrezzatura da carpista e non hai dimenticato le magnetiche Boiles che ormai prepari da solo con estrema cura. Sei sicuro di averle prodotte in modo corretto per la pasturazione invernale? Ti sei ricordato che in inverno le carpe hanno un calo del metabolismo e che hanno bisogno di esche digeribili?
Sai, quando non ero ancora molto esperto preparai Boiles con farina di arachidi anche in inverno e ricordo ancora i rimproveri di un mio amico, anche lui carpista. Si infuriò come un matto! Evita ingredienti grassi e prepara piuttosto delle Boiles con un buon contenuto di proteine. Io ora uso farine di pesce pre-digest, che nutrono le mie carpe senza appesantirne la digestione.

Pasturare abbondantemente (nel periodo invernale)

Visto che non hai tempo e che non puoi stare lì a pasturare come Dio comanda lo spot dove hai calato i tuoi ami, l’istinto ti porterebbe a lanciare pastura in quantità e alla velocità della luce. Non sarebbe sbagliato, ma è una pratica che va bene per le sessioni veloci di Carpfishing in primavera. Almeno io così mi regolo.
D’inverno, invece, preferisco piccole pasturazioni con Boiles che non superano i 18 mm e pellets che si scioglie facilmente. Non dimentico il method e nemmeno la canapa, visto che attrae le nostre beneamine pinnate. Anzi, in alcuni casi prima spargo un po’ di canapa nell’area dove mi aspetto di attrarre le carpe e poi affondo delle piccole quantità di Boiles belle proteiche.
Tutto questo perché d’inverno le carpe non sono voraci come in altre stagioni, quindi una pasturazione a colpo di cannone è inutile e anche dispendiosa economicamente. Punta sulla qualità della pastura, piuttosto.

Scegliere il fiume per le sessioni veloci di Carpfishing

Questa non è una regola ferrea, ma una mia personale preferenza. Quindi sei assolutamente libero di seguirla o meno. Se per una battuta di pesca alle carpe ho a disposizione solo poche ore, preferisco il lago o il laghetto, perché il fiume mi richiede almeno 3 settimane di pasturazione.
E visto che sono un tipo pratico che ama andare al sodo, trovo che una pasturazione meticolosa per pescare solo 3 o 4 ore sia una perdita di tempo e di fatica.
Del resto, se hai poco tempo per pescare non credo tu ne abbia molto per pasturare, quindi ottimizza quello che ti resta a disposizione e punta verso il lago.

Dimenticare stick e Boiles

Be’, qui parliamo di innesco e lo stick lo usiamo in tanti perché è comodo e perché il suo composto può essere personalizzato con il mix che preferiamo. In più ha un forte potere attrattivo sulle carpe, quindi per sessioni veloci è quello che ci vuole, visto che riduce di molto il tempo di abboccata.
Di solito per una sessione di 4 ore porto con me 2 o 3 “salsicce”, e la preparazione degli stick me la faccio a casa con pellets, un po’ di booster, pochissime gocce di aromi e le mie Boiles triturate. Il mio segreto sono le Boiles che produco con molta attenzione, scegliendo il giusto mix di ingredienti e cuocendole solo a vapore!

Sì, perché nessuno mi toglie dalla testa che la differenza tra Boiles-calamita e semplici Boiles sta nella cottura con la vaporiera. Sia che peschi in inverno, sia che tu lo faccia in autunno o in primavera, quello che le carpe amano più di ogni altra cosa sono le Boiles dal sapore e dall’aroma irresistibile. Aromi e sapori che riesci a mantenere soltanto se non li disperdi con la bollitura.

Usi anche tu la cottura a vapore? Se non lo fai te la consiglio all’istante. E se la usi già, ti consiglio di dare subito uno sguardo alla vaporiera per Carpfishing che ho ideato e realizzato personalmente. Si chiama DragonBoiles e l’ho progettata perché ero stufo di perdere tempo con pentole, schiumarole e fiamme pericolose.

In più mi serviva uno strumento a corrente elettrica che mi facesse cuocere grosse quantità di Boiles e di esche per Carpfishing nel minor tempo possibile e su un’unica postazione trasportabile e compatta. Così ho creato la prima vaporiera per Carpfishing che mi permette di cuocere al vapore Tiger Nuts, Boiles e altri tipi di esche, con un sistema integrato di griglie per una loro asciugatura uniforme e veloce.

E visto che DragonBoiles è la vaporiera per Boiles creata da un Carpfisher come me per un Carpfisher come te, ecco cosa ti permette di fare:

  • Aumentare il numero di carpe pescate grazie all’aroma irresistibile delle tue Boiles cotte a vapore.
  • Preparare 1,5 Kg di boiles in un unico cassetto
  • Asciugare perfettamente le tue Boiles e tenere sempre in ordine i tuoi spazi.
  • Preparare tutti i tipi di esca che ti servono.
  • Azzerare definitivamente i rischi di ustioni e di incendi.

 

E diciamocelo, nel Carpfishing non è gratificante solo prendere all’amo carpe grandi, ma anche preparare per loro le esche migliori, con ingredienti selezionati e saporite come nessun’altra.

Se desideri preparare esche fatte in casa seguendo ricette con cui ottenere boiles catturanti, scarica GRATIS la guida con le 7 semplici Ricette per Boiles self made che soddisfano diverse stagioni, abitudini e luoghi di pesca. In questa GUIDA GRATUITA trovi 7 ricette per boiles self made ideate e sempre più perfezionate nel tempo dall’esperta carpfisher Jessica Zerbini.

Scarica Gratuitamente la tua guida adesso:

COMPILA IL FORM CHE TROVI QUI SOTTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend