Anche tu sei un patito di Boiles fatte in casa? Allora ecco la tua occasione per saperne un po’ in più su uno dei migliori ingredienti per esche hand made: l’olio di salmone.

È inutile negarlo e so che sarai d’accordo con me: il potere attrattivo che hanno le nostre esche fatte in casa non è paragonabile a quello delle Boiles comprate in negozio. Certo, ce ne sono di ottima qualità anche tra quelle industriali, ma il mix personale di ogni carpista è quello che ottiene sempre maggiori risultati. E il perché è chiaro, visto che è frutto di tante prove e di esperienza accumulata pescando in spot differenti e in periodi dell’anno diversi.

Personalmente, sono stato mesi e mesi ad annotarmi le quantità di ingredienti che impiegavo nei miei mix, a volte sostituendo un ingrediente con un altro, a volte calibrando meglio il bilanciamento delle farine, per esempio. Alla fine, ho trovato degli ottimi compromessi e ora posso dirmi soddisfatto delle mie Boiles.

Quindi, se come me sei un carpfisher esigente e attento alle carpe, il mio consiglio resta sempre quello di usare esche home made, almeno se puoi dedicare del tempo alla loro preparazione.

Tornando all’olio di salmone, resta uno dei miei additivi liquidi preferiti. Il fatto che sia estratto dal salmone appena pescato ti dice quanto è un ingrediente naturale. Ma la sua eccezionalità risiede, secondo me, nell’alta percentuale di amminoacidi e antiossidanti che contiene, cosa che lo rende molto nutritivo e prezioso. Non contenendo, poi, una buona quota di carboidrati, è perfetto per rendere proteiche le nostre Boiles. Ma io uso l’olio di salmone specialmente perché attrae in maniera formidabile le carpe!

Anche tu odi quando sei al lago, hai preparato le tue canne alla perfezione, hai pasturato a dovere lo spot ma di carpe nemmeno l’ombra? Allora prova quest’olio, che secondo molti nostri colleghi carpfisher è davvero miracoloso. Ora ti spiego come lo uso io. Sono 3 i modi in cui utilizzo l’olio di salmone:

Olio di salmone mischiato a Boiles già pronte

Visto che mi preparo le Boiles in casa, ne tengo sempre una certa quantità pronta in freezer. Quando mi servono le tiro via e le metto in un contenitore capace. A questo punto, per ogni kg di Boiles aggiungo un 15 ml di olio di salmone e le agito delicatamente, in modo che l’olio si amalgami bene alle esche.

Quando sono totalmente scongelate e unte alla perfezione, comincio a pasturare. Io uso l’olio d’estate, quando la temperatura dell’acqua è bella tiepida. Una volta, quindi, che le ho lanciate, l’olio di salmone comincia a chiazzare sulla superficie del lago e questo non solo attira le carpe che cercano cibo sul fondo, ma anche quelle che si trovano in lontananza. L’aroma è magnetico, te lo posso assicurare!

Olio di salmone negli stick

Questa, invece, è la mia soluzione preferita per le sessioni veloci di Carpfishing, per le quali mi preparo personalmente gli stick. L’innesco, infatti, è fondamentale quando non hai molto tempo per pasturare, quindi se nel mix metti l’olio di salmone lo rendi ancora più magnetico di com’è di solito.
Piccolo dettaglio: per far impazzire le carpe, spalmo un po’ di olio anche sull’amo. Non puoi immaginare l’effetto che fa!

Olio di salmone nella preparazione delle Boiles

Eccoci al mio passatempo preferito. Oltre alle sessioni di Carpfishing, ovviamente. La preparazione delle Boiles per me è diventato un vero e proprio rito, e comincia già con l’acquisto degli ingredienti. Non parliamo, poi, del momento in cui li miscelo e di quando cuocio a vapore le esche! Ma di questo, se hai la pazienza di seguirmi, ti parlerò dopo, rivelandoti anche cosa sono riuscito a combinare. Ma andiamo per ordine.

Dicevo, la preparazione del mix. Ecco, da quando ho provato l’olio di salmone per le mie esche estive, sono giunto alla conclusione che non lo cambierò facilmente. Rilascia un aroma che una calamita, in confronto, è un pezzo di ferro arrugginito. Bisogna solo stare attenti con le dosi, perché essendo un olio ricco di Omega 3, se sgarriamo con la quantità può provocare una bella dissenteria alle carpe. E guai a farlo!

Vuoi un altro modo per ottenere Boiles dall’aroma garantito?

Ora, non so se ti ho convinto, ma se sei scettico non ti forzerò di certo. Nel Carpfishing ho sempre accettato i consigli dei miei compagni di lago, rubando a volte anche alcuni loro segreti. Ma credo che ognuno debba essere libero di sperimentare da solo la sua tecnica, i suoi strumenti e anche il giusto mix per delle ottime Boiles fatte in casa.

E sono così convinto del fatto che ognuno debba sperimentare da sé, che un po’ di tempo fa mi sono messo e ho sperimentato il sistema migliore per cuocere e asciugare le nostre esche.

I sistemi di cottura delle Boiles li ho provati tutti, e non ho problemi ad ammettertelo. Solo il microonde ho evitato, perché è una follia pensare di cuocere le nostre esche in un marchingegno che le inaridisce lasciandole crude all’interno. Ma credimi, nonostante un prova e ti riprova continuo, alla fine ho scelto la cottura a vapore.

E sai perché? Prova a immaginare una bustina di tè lasciata in acqua solo 1 minuto e capirai perché preferisco il vapore alla bollitura. Quando prendi una Boiles appena fatta e la cali nell’acqua bollente, dopo la sua cottura tiri via una Boiles con almeno il 35% di nutrienti persi e di aroma sciolto nella pentola. Sai dirmi, quindi, che senso ha impiegare tempo, fatica e soldi per gli additivi migliori, se poi l’essenziale per un’esca lo disperdi nella bollitura?

Vuoi che ti parli anche di quella volta che mi sono ustionato un occhio con uno schizzo infuocato d’acqua? Te lo risparmio, è meglio.

Per farla breve, ero stufo di un certo modo di cuocere le Boiles e sono passato alla cottura a vapore, l’unica che trattiene le sostanze nutritive e l’aroma, e che cuoce in maniera uniforme le nostre esche da Carpfishing.

Ma io non sono uno che si accontenta, sai? Mi sono detto che volevo una vaporiera comoda, compatta, molto capiente, trasportabile e alimentata a corrente, perché non ne potevo più nemmeno di fuochi a gas o di bruciatori sparsi per casa. Ho chiamato una ditta di vaporiere elettriche per farmene costruire una, secondo te?

Sbagliato! Me la sono costruita da solo, ideando, progettando e realizzando DragonBoiles, la prima vaporiera elettrica per Carpfishing. Vuoi vederla? Eccola qui!

Sono sicuro che con DragonBoiles anche tu puoi riuscire a ottenere tutti i vantaggi che ho io da quando la uso. E ti sto parlando di:

  • Aumentare il numero di carpe pescate grazie all’aroma irresistibile delle tue Boiles cotte a vapore.
  • Preparare 1,5 kg di boiles in un unico cassetto
  • Asciugare perfettamente le tue Boiles e tenere sempre in ordine i tuoi spazi.
  • Preparare tutti i tipi di esca che ti servono.
  • Azzerare definitivamente i rischi di ustioni e di incendi.

Smetti di pensare ancora a pentoloni pieni d’acqua e all’aroma delle tue esche che si perde nella bollitura. E smetti anche di perdere interi pomeriggi per cuocere delle Boiles con un sistema ormai superato. Stai leggendo un articolo sul web, quindi sei come me: un carpista al passo con la tecnologia e che non si perde un’innovazione!

SUBITO PER TE 7 SEMPLICI RICETTE BOILES

Se desideri preparare esche fatte in casa seguendo ricette con cui ottenere boiles catturanti, scarica GRATIS la guida con le 7 semplici Ricette per Boiles self made che soddisfano diverse stagioni, abitudini e luoghi di pesca. In questa GUIDA GRATUITA trovi 7 ricette per boiles self made ideate e sempre più perfezionate nel tempo dall’esperta carpfisher Jessica Zerbini. 

Scarica Gratuitamente la tua guida adesso:

COMPILA IL FORM CHE TROVI QUI SOTTO!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend