Felpe di pile, scalda collo, guanti, giaccone e pantaloni termici, salopette anti pioggia, calzettoni di ogni genere, cappelli o cappucci: se in inverno è questa la divisa basic di un carpista, d’estate le cose cambiano. E una sessione di Carpfishing richiede che adegui anche il tuo abbigliamento alle temperature che aumentano.

Se sbagli a vestirti durante la bella stagione, puoi trasformare la tua battuta di pesca in un vero inferno, credimi. Ecco perché ho deciso di passarti qualche mio consiglio su cosa indossare per affrontare serenamente la tua sessione estiva di Carpfishing, e godertela senza doverti pentire di esser uscito di casa.

Perché l’attrezzatura da pesca è importantissima, come sono importantissime le esche (e se arrivi al termine di questo articolo, ti passo anche una dritta su come cuocere alla perfezione quelle che prepari in casa da solo)… ma per noi carpfisher è essenziale anche un abbigliamento che ci protegga dal freddo in inverno e dal sole e dal caldo d’estate.

Io, poi, ho le mie marche preferite, che non cambio con altre perché mi ci trovo bene da sempre e mi fanno stare comodo in ogni situazione di pesca. Prima di parlartene, però, voglio dirti come mi vesto io in estate, così puoi prendere spunto per la tua “divisa estiva” da Carpfishing.

Ecco il mio abbigliamento estivo per il Carpfishing

Quello che indosso nei mesi più caldi sono pochi ma essenziali capi:

  • T-shirt a maniche corte
  • T-shirt a maniche lunghe
  • Bermuda
  • Un cappellino con visiera
  • Sandali
  • Una giacca anti vento (per la sera).

 

Per quanto riguarda le T-shirt io uso solo quelle con fibre naturali, perché fanno traspirare la mia pelle e non mi creano quel fastidioso effetto colla, se sudo un po’ di più. E ne uso di due tipi: a maniche corte e a maniche lunghe.

Quelle a maniche corte le metto quando la giornata è particolarmente calda, ma attenzione! Se vuoi indossarle, spalma prima sulle braccia una crema solare con una protezione alta, soprattutto se sono i primi giorni di esposizione.

Non puoi immaginare quante volte mi sono ustionato durante le sessioni di Carpfishing, ed è per questo che con me porto sempre anche una t-shirt a maniche lunghe.

Resta la mia preferita quando c’è sole ma non afa, perché mi protegge dai raggi UVA e UVB senza dover usare creme, ed è comoda anche di sera, quando la temperatura scende un po’.

Per i bermuda, invece, scelgo sempre un modello stretch, ma è solo una mia preferenza perché mi danno più comfort i tessuti leggermente elastici. Accompagnano meglio i miei movimenti e li trovo più indicati quando sono al lago, alle prese con le mie carpe Big.

Un cappellino con visiera non dovresti mai dimenticarlo! Ore e ore al sole non ci fanno bene per niente, se non proteggiamo la testa da eventuali insolazioni, e io aggiungo anche un paio di occhiali con lenti schermanti, per evitare che il riflesso del sole nell’acqua mi dia fastidio agli occhi, che sono già sensibili di natura.

I sandali… questo è un argomento davvero molto soggettivo. Tanti nostri colleghi carpfisher preferiscono indossare delle scarpe chiuse e impermeabili anche d’estate e li capisco, perché ognuno di noi deve sentirsi sempre a suo agio. Personalmente, però, indosso i sandali Evair della Shimano. Hanno la stessa forma di una scarpa ma lasciano traspirare i piedi, sono leggerissimi, hanno la suola antiscivolo, li lavo facilmente, all’interno c’è una soletta che si può togliere subito e si adattano alla perfezione ai miei piedi, perché hanno due comodissime fasce laterali elastiche.

Ripeto, ogni carpista sceglie in base alle sue necessità e in base alle sue preferenze di comodità, ma se vuoi che i tuoi piedi respirino durante la tua sessione estiva di pesca delle carpe, io ti consiglio davvero questo modello di sandalo. Tra l’altro, hanno anche un costo contenuto, perché io li pago intorno ai 40 euro.

La giacca antivento ti confesso che è una mia fissa e la uso più per proteggermi dall’umidità che dal vento. Immagina, infatti, quelle belle serate estive dove non si muove nemmeno una foglia… in realtà non ha senso una giacca antivento, in un caso del genere, ma io ne metto una leggera perché l’umidità dello spot mi entra nelle ossa e preferisco evitare dolori prima di arrivare a 70 anni!

Le migliori marche di abbigliamento estivo per Carpfishing

Veniamo ora alle mie marche preferite. Nei negozi di sport e nei siti online trovi davvero una vasta gamma di brand di abbigliamento da pesca e non hai che l’imbarazzo della scelta. Ce n’è per tutti i gusti e tutte le esigenze, soprattutto per tutte le tasche, ma io ho le mie preferenze. Queste sono le marche che ho testato e che non ho nessuna intenzione di cambiare.

Bass King Clothing

Eccoti un’ottima marca di abbigliamento da pesca che non ha concorrenza, secondo me, soprattutto per la sua linea di T-shirt. La sua linea Bass Tech, infatti, è fantastica. Io uso le T-shirt a manica lunga, idrorepellenti, leggerissime ma con protezione solare! Indossarne una è come avere addosso una protezione 50 da raggi UVA e UVB e in più ti tengono fresco e asciutto per tutta la giornata di pesca.

OMER – Umberto Pelizzari

Questo brand è uno dei migliori per l’attrezzatura e l’abbigliamento da sub. La qualità dei suoi prodotti la vedi subito ed è il mio preferito per i bermuda. Il modello che uso è l’UP-S5, un bermuda fatto con tessuto tecnico, elasticizzato e che si asciuga nel giro di pochissimo tempo. Online lo trovi con un prezzo di 70 euro circa, ma ti assicuro che la spesa ci vale tutta!

Geoff Anderson

Per le mie giacche da Carpfishing uso solo le Geoff Anderson. Credo siano le migliori giacche in circolazione, sia per la pesca alle carpe invernale che per quella estiva. Se le Geoff Anderson per l’inverno sono un must, quanto a dettagli e a funzionalità, la Boogie Matrix Softshell è un capo che mi porto dietro nelle sessioni estive di Carpfisher e che indosso anche in tutte quelle situazioni in cui voglio il massimo comfort. E come carpista mi capirai, se ti dico che per il nostro sport vogliamo solo il meglio.

Questa è impermeabile, traspirante e ha un rivestimento fatto con la migliore tecnologia. Il prezzo è altino, quindi se con il Carpfishing hai appena iniziato, forse non è proprio una spesa che ti consiglio di affrontare. Ma se davvero ci tieni a un abbigliamento da pesca di alta qualità, i quasi 400 euro del suo costo sono assolutamente giustificati.

È ovvio che questi sono solo i miei consigli e che sei libero di provare tutte le marche che vuoi, prima di decidere qual è la tua preferita. Ma se non hai molta voglia di sperimentare e vuoi andare sul sicuro, seguendo queste indicazioni sono certo che ti troverai bene.

A questo punto, però, voglio aggiungere un dettaglio che con l’abbigliamento per Carpfishing non ha nulla a che vedere, ma che farà di sicuro la differenza fra te e un carpista qualunque o alle prime armi.

Ti dicevo all’inizio che l’attrezzatura nella pesca alle carpe è importante, come lo è il tipo di esche che usi, sia per la pasturazione negli spot, che per la cattura delle tue carpe Big. Se però vuoi distinguerti davvero e pescare le carpe senza faticare troppo, il vero segreto sta nella preparazione casalinga delle Boiles.

Sono anni che mi preparo le esche da solo e dopo vari esperimenti sono riuscito a creare la formula perfetta delle mie Boiles. Certo, sappiamo benissimo che la varietà delle Boiles dipende da tanti fattori, ma credimi: puoi usare i mix migliori, puoi prepararle con tutta la cura del mondo… ma se non usi un metodo di cottura infallibile, non avrai mai Boiles capaci di catturare le carpe come una calamita.

Ora, se anche tu vuoi preparare hand made le tue Boiles, le Tiger Nuts e tutti i tipi di esca per Carpfishing con la certezza che mantengano intatta la loro attrattiva e il loro aroma, devi usare la cottura a vapore. Da carpista esperto, sono straconvinto che la cottura a vapore sia la migliore e ne sono così convinto da aver creato DragonBoiles, la prima vaporiera elettrica per Carpfishing che ti permette di:

  • Aumentare il numero di carpe pescate grazie all’aroma irresistibile delle tue Boiles cotte a vapore.
  • Preparare 1,5 kg di boiles di qualità in un unico cassetto.
  • Asciugare perfettamente le tue Boiles e tenere sempre in ordine i tuoi spazi.
  • Preparare tutti i tipi di esca che ti servono.
  • Azzerare definitivamente i rischi di ustioni e di incendi.

SUBITO PER TE 7 SEMPLICI RICETTE BOILES

Se desideri preparare esche fatte in casa seguendo ricette con cui ottenere boiles catturanti, scarica GRATIS la guida con le 7 semplici Ricette per Boiles self made che soddisfano diverse stagioni, abitudini e luoghi di pesca. In questa GUIDA GRATUITA trovi 7 ricette per boiles self made ideate e sempre più perfezionate nel tempo dall’esperta carpfisher Jessica Zerbini. 

Scarica Gratuitamente la tua guida adesso:

COMPILA IL FORM CHE TROVI QUI SOTTO!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend